DA BRUXELLES
23 luglio 2014

L'abbattimento del volo della Malaysia Airlines cambia il quadro della crisi ucraina che non è più solo ucraina o europea, ma globale. Sono necessari nuovi atti positivi. E’ ora compito della Russia dare un segnale chiaro e concreto ai separatisti. In assenza di tale segnale, il Consiglio Esteri o un vertice Ue straordinario, passerà a misure operative. Il Consiglio ha dato una risposta forte e unitaria. Tutti ci siamo concentrati su questo; fare in modo che ci fosse un approccio molto concreto, una tempistica delle decisioni molto serrata e al tempo stesso la priorità, indicata dal collega olandese, che si lavori al recupero dei corpi e all'accesso all'area del disastro del volo MH17.  Con decisione unanime, forte politicamente e unitaria, abbiamo stabilito di completare immediatamente l'allargamento della lista nera dei nomi e delle società russe da colpire, quindi di varare proposte per azioni mirate in settori come mercati dei capitali, difesa, tecnologie strategiche, compresa l'energia. Siamo alle misure economiche, ritenute indispensabili dopo l'abbattimento del volo. L'Ue vuole pieno accesso al luogo della tragedia, una commissione di inchiesta, e giustizia sui colpevoli, con l’auspicio della collaborazione da parte di Mosca. E’ necessario un atto del tutto nuovo, che sinora non c'è stato, perché le sanzioni non aumentino. Se questo non avverrà, sarà inevitabile procedere.


...segue
Condividi: Bookmark and Share

CONSIGLIO AFFARI ESTERI - BRUXELLES
22 luglio 2014

Oggi sono a Bruxelles per l’incontro dei Ministri degli esteri dell’Unione Europea. Le crisi in Medio Oriente, Iraq e Ucraina saranno i temi al centro della riunione del Consiglio, al quale seguirà l'incontro ministeriale con i paesi del partenariato orientale, con la partecipazione dei capi delle diplomazie di Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Georgia, Moldova e Ucraina. Il primo punto all'ordine del giorno della riunione è la situazione in Ucraina e gli ultimi sviluppi, a seguito dell'abbattimento dell'aereo di linea malese al confine con la Russia. Al centro dell’incontro anche la crisi in Iraq.

...segue
Condividi: Bookmark and Share


MEDIO ORIENTE E UCRAINA - INCONTRO CON IL SINDACO DI NEW YORK BILL DE BLASIO
21 luglio 2014

Oggi ho incontrato il Sindaco di New York Bill de Blasio. Stiamo insistendo perché si arrivi ad un cessate il fuoco, almeno umanitario, nelle prossime ore. C'è una proposta sul tavolo che prevede il cessate il fuoco immediato e l'apertura contestuale di negoziati, con elementi di immediata risposta alla crisi umanitaria, e la tutta la comunità internazionale deve spingere in questa direzione. Le immagini di Gaza sono insostenibili: il numero delle vittime, dei feriti, compresi i bambini, ma anche il lancio indiscriminato dei razzi contro Israele, deve finire. Auspico che già dalle prossime ore ci sia una risposta positiva alle pressioni arabe, americane, europee

...segue
Condividi: Bookmark and Share


MEDIO ORIENTE: INTOLLERABILE IL NUMERO DI VITTIME, OCCORRE FAR TACERE SUBITO LE ARMI
20 luglio 2014

Di ora in ora cresce il numero dei morti e dei feriti, bombe e razzi stanno distruggendo abitazioni ed edifici pubblici. Abbiamo saputo che è stato raso al suolo anche l'asilo di Um el Nasser, alla cui apertura aveva contribuito la Cooperazione italiana. E' positivo che le autorità egiziane abbiano deciso di aprire il valico di Rafah per consentire il passaggio dei feriti. Le parti non possono continuare a ignorare gli appelli della comunità internazionale per una tregua umanitaria immediata ed un accordo per il cessate il fuoco. Come presidenza di turno del Consiglio dell’Unione Europea, lavoreremo affinché questo monito sia rinnovato con forza alla riuni

...segue
Condividi: Bookmark and Share


UCRAINA: ITALIA PRONTA A INVIARE AIUTO PER LE INDAGINI SULL' AEREO ABBATTUTO
20 luglio 2014

Ho avuto oggi un colloquio telefonico con il mio collega ucraino, Pavlo Klimkin, che mi ha aggiornata sull'accesso all'area in cui è caduto l'aereo della Malaysian Airlines, abbattuto giovedì, e sulle operazioni di recupero dei corpi delle vittime. Ho offerto alle autorità ucraine collaborazione per le indagini con l'invio di un ispettore dell'Agenzia nazionale per la sicurezza volo, che operi insieme agli altri esperti internazionali. E’ in agenda per martedì prossimo a Bruxelles un nostro incontro bilaterale, a margine del Consiglio Affari Esteri dell'Ue.

...segue
Condividi: Bookmark and Share


LA CRISI IN MEDIO ORIENTE E LA SITUAZIONE IN LIBIA
19 luglio 2014

La crisi in Medio Oriente e la situazione in Libia sono state al centro del mio colloquio telefonico di oggi con il segretario della Lega araba Nabil Elaraby. Ho ribadito il sostegno dell'Italia al piano, elaborato dall'Egitto insieme alla Lega Araba, per il cessate il fuoco a Gaza e in Israele, e discusso dei passi necessari per riavviare il processo politico e arrivare a una soluzione a due Stati. Per quanto riguarda la Libia, abbiamo condiviso la necessità che si fermino le violenze, si convochi al più presto il Parlamento e si formi un Governo con cui affrontare anche il tema del controllo delle frontiere e dell'immigrazione.

...segue
Condividi: Bookmark and Share


federica mogherini iosonoqui
lug
24
Visita a Sarajevo, Pristina, Skopje e Tirana
lug
25
Visita a Sarajevo, Pristina, Skopje e Tirana
lug
28
Visita a Belgrado e Podgorica