MARÒ: NUOVA FASE, PROCEDURA INTERNAZIONALE
24 aprile 2014

Si è aperta una nuova fase sul caso marò, con l'avvio della procedura internazionale. L’ho annunciato oggi nella audizione al Senato con il ministro della Difesa, Roberta Pinotti. Il 18 aprile scorso l'Italia ha inviato una nota verbale alle autorità indiane - la quinta in due mesi - ricevuta da Delhi il 21 aprile, in cui si riconferma il richiamo all'immunità funzionale dei due fucilieri di marina e al diritto internazionale, ma dopo due anni c'è ancora una divergenza sulla giurisdizione. Divergenza che ho potuto constatare anche all'Aja il 25 marzo scorso. Ora chiediamo l'avvio di un 'exchange of views' (uno scambio di vedute) sulla disputa e il ritorno dei marò in Italia. Nel caso in cui non si raggiungesse in tempi ragionevoli - per questa via - una soluzione accettabile, si ricorrerà a strumenti internazionali di risoluzione delle dispute in base alle norme internazionali, aprendo quindi la strada all'arbitrato internazionale. Si esaurisce la fase in cui ha operato Staffan de Mistura, che ha partecipato anche all’elaborazione di questo nuovo passaggio - frutto anche del suo lavoro - che voglio ringraziare, a nome del governo, per la dedizione e l'instancabile impegno con cui ha seguito la vicenda e che ho personalmente sempre apprezzato. Ora servono figure nuove, stiamo definendo un team di esperti, sotto la guida di un coordinatore. Rientrerà a Delhi l'ambasciatore italiano Daniele Mancini – richiamato due mesi fa per protesta contro i continui rinvii delle autorità indiane - per seguire la nuova fase.


...segue
Condividi: Bookmark and Share

UNA NATO AGGRESSIVA NON SERVE A NULLA CON PUTIN - UNA MIA LUNGA CONVERSAZIONE CON CLAUDIO CERASA E PAOLA PEDUZZI SU IL FOGLIO DI OGGI
19 aprile 2014

Conversazione su tutto: Iran, Siria, Israele, spese per la Difesa, Marò. No tecnicismi, intesa Roma-Berlino "Non ci sono buoni e cattivi". In Europa servono soluzioni politiche, non grandi coalizioni. Iran e Siria: pragmatismo, realismo. Sono le sedici e trenta quando Federica Mogherini arriva nel suo ufficio al primo piano della Farnesina per incontrare i cronisti del Foglio e per provare a spiegare attraverso una lunga chiacchierata con il nostro giornale quella che, con un sorriso, il ministro degli Esteri accetta di definire la dottrina Leopolda. La dottrina Leopolda è un insieme in cui Mogherini inserisce come in un grande shaker la posizione del governo italiano

...segue
Condividi: Bookmark and Share


DA GINEVRA LA SVOLTA DEL DIALOGO
18 aprile 2014

Il primo accordo raggiunto a Ginevra nell’incontro tra Ucraina, Russia, Stati Uniti e Unione europea segna una svolta nella crisi ucraina, con l'inizio della fase del dialogo. Non si tratta della conclusione ma, al contrario, dell'inizio di un percorso – che non era scontato - in cui abbiamo fortemente creduto e per cui abbiamo lavorato. Ora è necessario che le misure concordate siano attuate, che si abbassi la tensione nell’est dell'Ucraina,  che tutte le parti coinvolte abbiano un atteggiamento responsabile e che si fermino le violenze anche attraverso la missione dell’Osce. Credo anche sia indispensabile che il cammino delle riforme costituzionali nel

...segue
Condividi: Bookmark and Share


INCONTRO MINISTERIALE DEL MEDITERRANEAN GROUP
16 aprile 2014

Oggi sono ad Alicante per la riunione informale ministeriale del Gruppo Mediterraneo sull'immigrazione. Con me ci sono i ministri degli Esteri di Spagna, Portogallo, Cipro, Grecia, Malta e Francia. Partecipa ai lavori anche Fathallah Sijilmassi, Segretario Generale dell'Unione per il Mediterraneo. Tra i temi in agenda: la recente evoluzione dei flussi migratori nel Mediterraneo - con le eventuali azioni da intraprendere nell' ambito dell'Unione Europea - e un focus speciale sulla Libia.    

...segue
Condividi: Bookmark and Share


OGGI HO INCONTRATO IL MIO COLLEGA DEL MONTENEGRO IGOR LUKSIC
15 aprile 2014

I Balcani sono per l'Italia una priorità, che la crisi in Ucraina non deve oscurare. Il semestre di presidenza europeo del nostro paese giocherà un ruolo anche in quest'area, focalizzandosi sulla promozione di una maggiore integrazione della regione. Italia e Montenegro hanno interessi reciproci e per noi è importante accelerare le nostre attività, per rendere l'economia del Montenegro compatibile con il sistema europeo.

...segue
Condividi: Bookmark and Share


"SU KIEV DIALOGO CON PUTIN. E' IL MODO DI VINCERE TUTTI" - LA MIA INTERVISTA SU L'UNITÀ DI OGGI
12 aprile 2014

  La ministra degli Esteri insiste per una soluzione concordata con la Russia. Nella sua agenda Europa, Mediterraneo ma anche l`America Latina. Dalla crisi ucraina al tormentato Mediterraneo, passando per la sfida europea e per un rinnovato interesse verso l`America Latina. I dossier più caldi nello scenario internazionale sono al centro dell`intervista a l'Unità.   La crisi ucraina è senza dubbio il dossier più caldo. C`è ancora spazio per una soluzione politica o il dialogo è un cedimento a Vladimir Putin?   «No, il dialogo è la strada del realismo, l`unica che può portare a un risultato co

...segue
Condividi: Bookmark and Share


federica mogherini iosonoqui
apr
24
Conferenza "Making Progressive Politics Work in Europe and beyond" - Amsterdam
apr
24
Ufficio di Presidenza delle Commissioni Esteri e Difesa congiunte di Camera e Senato sulla questione dei due fucilieri marò - ore 9.00
apr
28
Incontro con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e con il Presidente della Repubblica di Polonia Bronislaw Komorowski - ore 13.00