Assicurazione sanitaria: come funziona e quali sono le migliori per un viaggio all’estero

assicurazione viaggi esteri

L’assicurazione sanitaria è una protezione indispensabile per tutelarsi dai costi elevati soprattutto in caso di viaggi all’estero. In questi casi sottoscrivere un’assicurazione sanitaria viaggio è praticamente obbligatorio per coprire imprevisti a cui si può andare incontro.

Assicurazione sanitaria: come funziona

Oltre a coprire i costi per prestazioni sanitarie in caso di incidenti o malattie improvvise, l’assicurazione sanitaria per viaggi estero tutela anche sui più svariati contrattempi che possono accadere durante gli spostamenti e il trasporto dei bagagli. L’assicurazione sanitaria viaggi garantisce al viaggiatore la copertura totale per l’intera durata del soggiorno all’estero ed il rimborso di tutte le spese per prestazioni sanitarie, tra cui anche farmaci e medicazioni varie.

Come abbiamo visto, l’assicurazione sanitaria per viaggi all’estero, anche se non obbligatoria, è comunque necessaria specialmente per alcune destinazioni. Mentre se ci reca in uno degli stati europei è sufficiente esibire la tessere sanitaria per ricevere tutte le prestazioni come quelle previste nel nostro paese, non è invece così se la destinazione di viaggio scelta sono Stati Uniti, India, Africa, Cina, che sono solo alcuni dei paesi in cui il sistema nazionale non prevede nessuna assistenza e i cittadini che ne hanno bisogno devono versare somme ingenti per ricevere un’assistenza adeguata.

In genere le compagnie propongono assicurazioni sanitarie per viaggi all’estero che includono: assistenza medica, trasporto ospedaliero, medicine, interventi chirurgici, spese ospedaliere generali, prolungamento del soggiorno quando serve, il rimpatrio dell’assicurato. Di solito è compreso anche il trasporto di un familiare sia in andata che in ritorno.

Particolare attenzione si deve comunque prestare ai servizi coperti dall’assicurazione, tipo massimali garantiti, eventuale franchigia, eventuali infortuni non coperti dall’assicurazione come malattie psichiche, malattie causate dall’uso di farmaci o alcolici, ecc. Controllare se la polizza assicurativa prevede il pagamento diretto oppure il rimborso e accertarsi se nella garanzia di rimpatrio è il paziente a decidere quando è necessario il rimpatrio in Italia o se a decidere è invece il curante all‘estero. La polizza deve anche comprendere le strutture convenzionate nel Paese di destinazione.

Migliori assicurazioni sanitarie per un viaggio all’estero

Per viaggiare sicuri con un’assicurazione sanitaria occorre scegliere quella più adeguata a proteggere da ogni eventuale infortunio o malattia. Tra le assicurazioni sanitarie per un viaggio all’estero la Mondial è sicuramente una delle migliori. Ad esempio, la Mondial offre polizze che garantiscono una copertura completa e un rimborso delle eventuali spese mediche con massimale illimitato per i viaggi verso gli Stati Uniti ed il Canada. A volte anche gli imprevisti possono costare molto cari e per questo è sempre consigliabile stipulare una polizza di protezione: con Mondial la garanzia è totale e non ci sono sorprese. Anche l’assicurazione sanitaria per un viaggio all’estero proposta da ERV Italia offre ottime prospettive per garantirsi un soggiorno sicuro e tranquillo ovunque. Anche Allianz Global Assistance è una delle compagnie assicurative più affidabili, è presente in tutti e 5 i continenti e offre preventivi accessibili in grado di contenere tutte le opzioni indispensabili per viaggiare sicuri.